Il concetto di sicurezza, backdoor parte dal "basso", dalle CPU

La storia "nascosta"


Nel 2006 i produttori di processori come Intel hanno cominciato ad installare all'interno dei loro prodotti una serie di "micro-ambienti" autonomi (Intel ME, AMD PSP) dagli obiettivi sconosciuti.
Diversi test di vulnerabilità hanno dimostrato quanto questi sottosistemi possano in modi specifici fornire accesso a terzi e possano leggere la memoria in uso (compromettendo cifratura, password e chiavi di sicurezza alternative).
Da questo nasce la volontà di disabilitare questo meccanismo che viola ogni principio e diritto alla privacy.

La soluzione


me_cleaner è il tool, realizzato inizialmente da Nicola Corna, che permette appunto di disabilitare in parte o totalmente la backdoor.
Ulteriormente noi suggeriamo di sostituire il BIOS OEM con Libreboot, il BIOS libero, basato su Coreboot.

Il tool di rimozione non è completamente ultimato sulle CPU più moderne, essendo cambiata la struttura delle stesse. Il nostro suggerimento è quello di contattarci per aiutarvi su come intervenire.

Attuali aziende e rivenditori che iniziano a supportare Libreboot/Coreboot nativamente o offrono servizi di installazione sono Purism, System76, Ministry Of Freedom e Dell.